Spettroscopia di fotoemissione con raggi X (XPS)

La spettroscopia di fotoemissione con raggi X (XPS) studia le proprietà chimiche dei solidi grazie all’effetto fotoelettrico. In un esperimento XPS un solido viene irradiato con luce di energia da poche decine ad alcune centinaia di eV. Gli elettroni di core emessi dal campione portano informazioni specifiche per ciascun elemento chimico. Analizzando lo spettro energetico di questi elettroni è possibile determinare la presenza di specie atomiche, il loro stato chimico e la formazione di legami, la loro abbondanza relativa (stechiometria) e distribuzione spaziale. Le sorgenti di luce utilizzate negli esperimenti XPS vanno dai tubi a raggi X ai sincrotroni, che sono ottimizzati per differenti parti dello spettro elettromagnetico.

XPS@SAMOS XPS@Nanospectroscopy

Analisi Prototipazione Sintesi Teoria

Utilizziamo cookie essenziali per il funzionamento del sito. Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.