Fotoconducibilità spettrale

La fotoconducibilità spettrale è uno strumento potente per misurare l’energia di banda proibita e transizioni foto-elettroniche inter-banda, con la possibilità di determinare la densità congiunta degli stati di difetto all’interno della banda proibita. Questa tecnica permette di valutare la responsività e l’efficienza quantica di un materiale in funzione dell’energia del fotone, cioè la capacità di convertire i fotoni assorbiti in portatori di carica elettrica.
La tecnica si basa sulla misurazione di una foto-corrente, raccolta applicando un campo elettrico sul dispositivo da testare e indotta dall’interazione con una radiazione modulata e monocromatizzata. La catena elettronica per questo tipo di misure è particolarmente sensibile ed è costituita da un modulatore meccanico, un amplificatore a trans-impedenza, un amplificatore lock-in ed un generatore di tensione.

Fotoconducibilità spettrale

Analisi Prototipazione Sintesi Teoria

Utilizziamo cookie essenziali per il funzionamento del sito. Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.