CNR Logo

Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto di Struttura della Materia

ISM Logo

Progetti Esterni / Spin off

Progetto finanziato dalla IIT: Polymer based hybrid nanomaterials for photovoltaics: improving efficiency by theoretical modeling

The Project is coordinated by A. Mattoni of the Istituto Officina dei Materiali del CNR (CNR-IOM) Unità SLACS and it involves the Istituto Struttura della Materia del CNR (CNR-ISM) (A. Amore Bonapasta) and the UPV-ETSF (A. Rubio).
The scientific effort of the Project will be sustained by a network of national and international collaborations including Dept of Physicis, University of Cagliari (L. Colombo), CINAM Marseille (J. Ackermann), CASPUR (L. Ferraro).
Project Objectives:
The goal of the POLYPHEMO project is to reach a predictive theoretical modeling of a hybrid organic/inorganic polymer-based nanostructure formed by a ternary sequence polymer/nanoparticle/inorganic nanostructure (POL/MOL/IN) in order to design a novel class of materials with improved photoconversion efficiency.
More info: POLYPHEMO project

Progetto: FIRB - Futuro in Ricerca: Struttura e dinamica di sali liquidi e loro miscele binarie

Inizio: 1.12.2010
Fine: 30.11.2014
Durata: 4 anni
Coordinatore: A. Triolo
Responsabile Scientifico CNR: A. Triolo
Descrizione: Room temperature ionic liquids (RTIL) are an emerging class of environmentally-friendly materials with a wide range of applications, e. g. as a replacement of volatile organic solvents.
To date, despite the peculiarities recently observed in their chemical-physical properties (dynamical heterogeneity, spatial nano-segregation, interactions' complexity), an integrated approach to the study of these materials, focused on experimental measurements and aimed at their rationalization through state-of-the-art computational methods, is still missing.
The project aims to integrate different experimental (X-ray, neutron and light scattering, Raman and dielectric spectroscopies, quasi elastic neutron scattering) and computational (molecular dynamics and ab initio calculations) approaches to the study of structural and dynamic features in RTILs and their binary mixtures.
The ultimate goal is to achieve a detailed picture (at a micro- and meso-scopic scale) of morphology and relaxations processes of selected RTILs, under several experimental conditions, such as bulk conditions, binary mixtures, nano-confinement and high hydrostatic pressure.
These studies are expected to have a tremendous impact on the rationalization and optimization of RTILs' performances in the fields of separation, synthesis, lubrication, adhesion, surface chemistry and catalysis.

per ulteriori informazioni:

European Cooperation in the field of Scientific and Technical Research:

Acronimo: COST Action MP0902
Titolo: Composites of Inorganic Nanotubes and Polymers (COINAPO)
Inizio: 06.11.2009
Fine: 05.11.2013
Referente ISM: dr. Barbara Paci
Descrizione: L'obiettivo principale dell'Azione è la creazione di un network di competenze, altamente inter-disciplinare, focalizzato sulla ricerca e lo sviluppo di nuovi materiali compositi di nantubi inorganici e polimeri. L’Azione si propone di stabilire i collegamenti ed il trasferimento di conoscenza necessari per l’applicazione e la commercializzazione di questo tipo di materiali compositi da parte dell’industria Europea. Per ulteriori informazioni: http://www.coinapo.eu/

Progetto Europeo STREP: “Terabit Magnetic Storage Technologies”

Acronimo: TERAMAGSTOR
Inizio: 01.05.2008
Fine: 30.04.2011
Durata: 36 mesi
Coordinatore: dr. D. Niarchos - NCSR "Demokritos"
Responsabile Scientifico CNR: dr. Elisabetta Agostinelli
Descrizione: Il progetto TERAMAGSTOR ha lo scopo di progettare, fabbricare e verificare il funzionamento di nuovi mezzi per la registrazione magnetica perpendicolare con densità di registrazione maggiore di 1 Tbit/in2. Ulteriori informazioni

Optical properties of 1D and 2D silicon structures on Silver (110) and (111)

This project will be carried on as the result of a proposal for collaborative research successfully submitted at the European Theoretical Spectroscopy Facility (ETSF) by Patrick Vogt, (Institut für Festkörperphysik, Technische Universität Berlin, Germany).
Experiments will be conducted by Patrick Vogt, while the theoretical group is formed by Paola Gori (ISM-CNR) and by Margherita Marsili, Viviana Garbuio and Olivia Pulci (of the Physics Department of the University Roma Tor Vergata).

Ministry of University and Scientific Research - Research Programs - Year 2008

Acronym: PRIN 2008
Title: Preparation of Perpendicular and Lateral Exchange-Spring systems and study of their structural, microstructural and magnetic properties
Start: 03.22.2010
End: 03.22.2012
Coordinator: Prof. Massimo Solzi
ISM Representative: dr. Elisabetta Agostinelli
Title: Preparation of Exchange Spring systems (ES): microstructural and magnetic characterization and study of the magnetic properties.
Description: Study of interface exchange coupling in different systems, such as hard/soft and hard/NM/soft bilayers with perpendicular coupling and hard nanoparticles in soft matrix prepared via sputtering and chemical methods. The reference systems and the lateral exchange systems will be prepared by FIB. On these systems, the correlation between microstructural and magnetic properties will be investigated with the purpose of producing systems with improved thermal stability.
Project total cost: 186530 euro
- Partner III (CNR): Cost: 79941 euro funds from MIUR 55959 euro.

"Study of nanostructured magnetic systems" Laboratorio congiunto CAB - CNR

The activity of the joint Laboratory "LIANAM" is focused on the study of fundamental properties of nanostructured magnetic materials to be used in many different technological applications such as nanoelectronics, sensors, biotechnologies and magnetic recording. The two laboratories (ISM-CNR from Italy e CAB-CNEA from Argentina) carry out complementary aspects of the research on this subject, such as preparation of the materials (films and nanoparticles), structural/microstructural investigation, and study of the magnetic and magneto-transport properties.

European Science Fundation: Graphene-based systems for spintronics: Magnetic interactions at the graphene/3d metal interface (SpinGraph)

Acronimo: SpinGraph"
Project Summary
The unusual electronic structure of graphene gives rise not only to interesting transport properties in the layer of hexagonally coordinated carbon atoms itself, but may also be used to create spin-dependent transport (“spin filtering”) in graphene-metal contacts sandwich layers. When grown on ferromagnetic substrates such as the perfectly lattice matched nickel, the overlap of majority and minority charge carriers with the density of states in graphene causes a large spin anisotropy in electron transmission. Similar functionalities may be induced by intercalation of ferro-magnetic materials between graphene and a SiC substrate.
Graphene, grown as a “nano-mesh” on lattice-mismatched metals such as rhodium and iridium, also provides an exciting template for the growth of size-selected ferromagnetic clusters, whose magnetic properties can then be studied. Since graphene is a truly 2D material, surface-sensitive probes such as Scanning tunneling microscopy and photoelectron spectroscopy are used in the project to elucidate the structural and electronic properties of graphene, in combination with x-ray magnetic circular dichroism and magneto-optical Kerr effect studies to characterize the magnetic properties. The experimental studies performed by the partners are complemented by theoretical studies of the interface and cluster systems; this is particularly rewarding since both wave-vector-resolved and real space studies of the electronic and magnetic properties are provided by the experimental projects.

The interaction between graphene and magnetic systems is a largely uncharted territory it is expected that research will provide exciting progress in this field.

Participating Researchers:
Professor Karsten Horn (Project Leader) Max Planck Gesellschaft Fritz Haber Institut, Department of Surface Physics, Berlin, Germany Dr. Carlo Carbone (Principal Investigator and ISM Representative) Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Struttura della Materia, Trieste, Italy
For more information see: http://ww.esf.org/ http://www.spingraph.eu/

European Cooperation in the field of Scientific and Technical Research:

Acronimo: COST Action D35
Titolo: From Molecules to Molecular Devices: Control of Electronic, Photonic, Magnetic and Spintronic Behaviour
Inizio: 07.01.2006
Fine: 31.01.2011
Referente ISM: dr. Carlo Bellitto
Descrizione: L'obiettivo principale dell'Azione è l'incremento della conoscenza e della comprensione del comportamento elettronico, fotonico, magnetico e spintronico delle molecole e la progettazione di nuovi sisemi chimici attivi a processi adatti alle applicazioni in dispositivi molecolari. Ulteriori informazioni

Extra-Terrestrial Nanomaterials Analysis (ETNA)

Enti di Ricerca: ISM(CNR) - INAF - UNIROMA1 - UNIROMA3
Descrizione: Lo scopo di ETNA è lo studio di materiali extraterrestri con tecniche innovative. Vengono sviluppate ed utilizzate strumentazioni per ricavare le proprietà dei materiali fino alla scala nanometrica. Vengono sfruttate anche tecniche di analisi consolidate (diffrazione X, Microscopia Elettronica a Scansione, spettroscopia micro-IR e VIS-NIR) per affiancare la Microscopia a Scansione di Sonda allo stato dell'arte. Sito web del progetto ETNA

Self-Organised NanoStructures 2: Self-Assembled Nanoscale Magnetic Networks

Acronimo: 05-SONS-FP-009- SANMAG
Coordinatore: dr. Carlo Carbone (ISM)
Descrizione: Lo scopo del progetto è lo sfruttamento i processi di autoaggregazione per creare e sviluppare architetture bottom-up di reti magnetiche planari costituite da elementi funzionali di dimensione sub-nanometrica. Ulteriori informazioni

Sorgente Pulsata Autoamplificata di Radiazione X - Laser di Elettroni Liberi

Acronimo: SPARX-FEL
Referente ISM: dr. Valerio Rossi Albertini
Descrizione: Il progetto SPARX (Sorgente Pulsata Autoamplificata di Radiazione X) FEL (Free Electron Laser) è dedicato alla costruzione di una grande infrastruttura per ottenere radiazione X ultra-brillante ed ultra-coerente in Italia. Ulteriori informazioni

Progetto C.H.O.S.E. (Center for Hybrid and Organic Solar Energy)

Coordinatore: Prof. Aldo Di Carlo
Referente ISM: dr. Gentilina Rossi
Descrizione: Il Polo Solare Organico della Regione Lazio (CHOSE da Center for Hybrid and Organic Solar Energy) nasce nel dicembre 2006 dalla volontà della Regione Lazio e del Dipartimento di Ingegneria Elettronica dell'Università di Roma Tor Vergata di creare un centro di eccellenza, presso il campus universitario di Tor Vergata, per lo sviluppo della ricerca e dell'industrializzazione delle tecnologie organiche e ibride organiche-inorganiche applicate alle celle fotovoltaiche. Ulteriori informazioni


Progetti terminati

Progetto Europeo: NANOSPIN - “Self-organized Complex-Spin Magnetic Nanostructures”

Acronimo: NANOSPIN
Inizio: 01.02.2005
Fine: 31.06.2008
Durata: 36+6 mesi
Coordinatore: Prof. Chris Binns
Referente ISM: dr. Alberto Maria Testa
Descrizione: NANOSPIN è un progetto finanziato dalla Comunità Europea per produrre e studiare il comportamento di nanoparticelle magnetiche costituite da un nucleo e shell multiple. Queste cosiddette nanocipolle hanno applicazioni a largo raggio nella nanotecnologia medica, nella registrazione magnetica e nei dispositivi quantistici. Ulteriori informazioni

Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica - Fondo per gli Investimenti della Ricerca di Base

Acronimo: FIRB
Titolo: Nanotecnologie e nanodispositivi per la società dell'informazione
Durata: 36 mesi
Coordinatore: Prof. Fabio Beltram
Referente ISM: dr. Carlo Carbone
Descrizione: La presente proposta ha come obiettivo la creazione di una rete strettamente coordinata tra i gruppi italiani maggiormente attivi ed equipaggiati nel campo della nanoscienza e delle nanotecnologie. Essa unisce tra loro fisici, chimici ed ingegneri al fine di produrre innovazione e competenze nel campo della nano(opto)elettronica (basata sia su carica che su spin) e sulla nanofotonica...
Ulteriori Informazioni

Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica - Programmi di Ricerca - Anno 2007

Acronimo: PRIN 2007
Titolo: Nanostrutture Magnetiche con Coesistenza di Proprietà Magnetoresistive e Magnetostrittive.
Inizio: 01.09.2007
Fine: 01.09.2009
Durata: 24 mesi
Coordinatore: Prof. Giovanni Ausanio
Responsabile Scientifico ISM - CNR: dr. Alberto Maria Testa
Descrizione: Sviluppo di una nuova generazione di materiali nanostrutturati, con migliorate caratteristiche multifunzionali, basate su un innovativo accoppiamento di proprietà magnetoresistive e magnetostrittive, per applicazioni nei settori degli scanner per la microscopia e dei sensori micro-elettro-meccanici. Ulteriori informazioni

Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica - Programmi di Ricerca - Anno 2007

Acronimo: PRIN 2007
Titolo: Colmare la distanza tra teoria ed esperimento: verso il controllo della crescita e delle proprietà delle nanostrutture di semiconduttori.
Inizio: 01.09.2007
Fine: 01.09.2009
Durata: 24 mesi
Coordinatore: Prof. Rita Magri
Referente ISM: dr. Stefano Colonna
Descrizione: Lo scopo scientifico principale del presente progetto è mettere a punto una metodologia teorico-sperimentale per lo studio dei complicati aspetti termodinamici e cinetici sottostanti la crescita delle nanostrutture semiconduttrici autoaggreganti sopra wetting layers delimitati spazialmente e la predizione delle proprietà strutturali, elettroniche e ottiche del materiale cresciuto. Ulteriori informazioni

Progetto Regionale: FILAS 2008-2009

Acronimo: MULTI-PLD
Inizio: 01.10.2007
Fine: 01.10.2009
Durata: 24 mesi
Referente ISM: dr. Elisabetta Agostinelli
Descrizione: Un apparato polifunzionale per la dopsizione di leghe metalliche (films e multilayers) con stechiometria complessa mediante Pulsed Laser Deposition (PLD). Per Ulteriori informazioni:









 English Version


 CNR Amministrazione Trasparente


Notizie

Eventi


Focus


Nuovo metodo per la sintesi di materiali catodici a base Litio Ferro Fosfato nanostrutturato contenenti carbonio


Le batterie ricaricabili a litio-ione hanno giocato un ruolo determinante nell’esplosione commerciale dei dispositivi elettronici portatili (telefoni cellulari, computer portatili, ecc.) fin dall’inizio della loro introduzione sul mercato. La ricerca scientifica ... (continua)

Contatto:
Aggiornato il 22-02-2011 - Webmasters: A. Ippoliti, C. Ottaviani, G. Righini - Layout: E. Agostinelli