Fotonica


“La fotonica è la scienza della luce. È la tecnologia per generare, controllare e rivelare le onde luminose ed i fotoni, che sono particelle di luce. Le caratteristiche delle onde e dei fotoni possono essere utilizzate per esplorare l’universo, curare malattie, e perfino risolvere delitti. Gli scienziati hanno studiato la luce per centinaia d’anni. I colori dell’arcobaleno sono solo una piccola parte dell’intero intervallo di onde di luce, chiamato spettro elettromagnetico. La fotonica esplora una gran varietà di lunghezze  d’onda, dai raggi gamma alle onde radio, inclusi raggi X, ultravioletti ed infrarossi.” (Anno della luce e delle tecnologie basate sulla luce – IYL 2015)

L’ISM ha una lunga tradizione nella manipolazione, trasporto ed utilizzo della radiazione ultravioletta da vuoto (VUV) e dei raggi X “molli” nelle grandi infrastrutture di ricerca per investigare fenomeni di base come le correlazioni elettroniche, auto-assemblaggio molecolare, la polimerizzazione e la asimmetria chirale in sistemi isolati, in materiali a bassa dimensionalità, superfici ed interfacce. La radiazione è anche alla base di metodologie originali per caratterizzare l’invecchiamento dei dispositivi, come le celle solari.

I nuovi laboratori presso le sedi di Potenza e Roma Tor Vergata, che fanno uso di laser al femtosecondo con lunghezze d’onda dall’ultravioletto all’infrarosso hanno come obiettivo l’osservazione ed il controllo dei processi chimico-fisici sulla scala tipica del moto nucleare. Laser al nanosecondo vengono invece utilizzati per la produzione di materiali con composizione non stechiometrica tramite deposizione con laser pulsato o trattamenti superficiali dei materiali.

La luce è anche alla base delle varie tecniche di microscopia che l’ISM ha sviluppato ed applica in settori che vanno dalla scienza dei materiali alle scienze della vita.