Nanomateriali


fig_nanoI nanomateriali sono composti chimici o materiali fabbricati e utilizzati sulla scala dei nanometri (fino a 10.000 volte più piccola del diametro di un capello). Essi sono stati sviluppati perché presentano caratteristiche innovative (come l’aumento della resistenza,della reattività chimica o della conducibilità) rispetto a quelle che lo stesso materiale presenta nelle sue dimensioni normali.
Nell’ ISM vari gruppi di ricerca sono coinvolti nella preparazione di materiali nanostrutturati (film sottili, multistrati, nanoparticelle, materiali a bassa dimensionalità, superfici ed interfacce anche con asimmetria chirale) con metodi fisici e chimici. Sono oggetto di studio nuovi metodi per la produzione di materiali funzionali in ambiente controllato, per il controllo della composizione, delle dimensioni e della forma dei nanomateriali. Di questi materiali sono determinate le caratteristiche morfologiche, strutturali, microstrutturali, le proprietà magnetiche , ottiche o di conducibilità. La pluralità di classi di materiali che vengono studiati spazia dalle nanoparticelle di ossido di Fe a quelle magnetiche per applicazioni nella “spintronica”, dalle nanostrutture ibride organiche-inorganiche alle nanostrutture plasmoniche. I nanomateriali prodotti trovano un terreno fertile per le applicazioni nelle “tecnologie abilitanti” del futuro: per le memorie magnetiche, sensori, magneti permanenti, catalisi, energie rinnovabili e dispositivi a basso impatto ambientale.